LE NOSTRE CONSULENZE PIU’ RICHIESTE IN DIRITTO IMMOBILIARE

  • Assistenza legale nella redazione di un contratto preliminare.

All’esito delle trattative per l’acquisto di un immobile, il proprietario e l’acquirente si impegnano a stipulare il rogito mediante la sottoscrizione di un contratto preliminare che, affinché sia valido e vincolante, deve rispettare determinate condizioni prescritte dalla legge.

Con il contratto preliminare, il proprietario, che diventa formalmente promissario venditore, e il promittente acquirente, stabiliscono dettagliatamente le condizioni della vendita, che verranno successivamente confermate nel rogito definitivo con il quale si trasferirà definitivamente la proprietà.

E’ necessario, pertanto, che il preliminare contenga tutti gli elementi essenziali del contratto di compravendita, a partire dalla precisa individuazione catastale dell’immobile fino ai termini di pagamento.

Il preliminare può, talvolta, contenere anche la previsione di condizioni alle quali le parti convengono di subordinare la vincolatività del contratto stesso e, qualora trascritto, produce un effetto prenotativo garantendo che il promissario venditore non decida di vendere quello stesso immobile ad un’altra persona.

Ai fini del buon esito dell’affare, è, pertanto, evidente il ruolo dell’avvocato che tuteli le parti fin dalla fase delle trattative mediante un’analisi dello stato giuridico dell’immobile, della documentazione catastale, della documentazione condominiale, della validità delle condizioni inserite nel preliminare.

La consulenza legale, inoltre, è decisiva nel caso in cui una delle parti, dopo aver sottoscritto il contratto preliminare, decida di non stipulare il rogito.

Il diritto di recesso, infatti, può essere legittimamente esercitato soltanto nei casi previsti dalla legge o dal contratto preliminare. In tal caso, i diritti della parte che ha subito la scelta altrui possono essere tutelati con apposite azioni giudiziarie.

  • Assistenza ai clienti di agenzie immobiliari.

Le agenzie immobiliari rappresentano, sempre di più, un punto di riferimento per i propri clienti anche dopo che si è conclusa la tipica attività di intermediazione.

Il servizio che le agenzie possono offrire, tuttavia, si riduce ad una mera consulenza talvolta priva dei necessari riferimenti normativi, non potendo rappresentare le esigenze dei propri clienti in nessun’altra sede.

La sinergia che si crea con uno studio legale di fiducia, consente di offrire ai propri clienti un servizio integrato mediante un’assistenza completa che valorizza l’attività di entrambi e differenziando un’agenzia immobiliare da tutte le tante altre.  

La consulenza legale, inoltre, costituisce un valido supporto per l’attività dell’agenzia stessa in quanto consente di verificare preliminarmente tutte le circostanze che potrebbero inficiare l’intermediazione e che potrebbero, addirittura, far configurare una responsabilità professionale dell’agente.

L’avvocato, inoltre, interviene anche nella disciplina e gestione dei rapporti tra le parti che sono state messe in contatto proprio dall’intermediazione dell’agente fornendo un valido supporto tecnico e giuridico.

  • Consulenza legale nella compravendita immobiliare.

La volontà di acquistare o vendere un immobile rappresenta una scelta che, nella maggioranza dei casi, per l’ingenza del coinvolgimento economico, può influire sulla vita di chi ha deciso di assumersi un simile impegno.

La garanzia del buon esito dell’intera operazione, pertanto, costituisce il criterio che ne determina la scelta.

E’ quindi consigliabile gli acquirenti vengano adeguatamente assistiti nella fase di scelta dell’immobile, fino all’atto di compravendita. Tutte le insidie che possono nascondersi in una compravendita, infatti, possono essere risolte ben prima che l’impegno assunto dalle parti sia vincolante e, soprattutto, ben prima che gli effetti possano pregiudicare, economicamente, una delle parti coinvolte.

L’analisi della intera documentazione relativa all’immobile richiede competenze tecniche e giuridiche che, molto spesso, non rientrano nelle normali conoscenze delle parti.

La qualificazione catastale può essere incompatibile con l’attività che l’acquirente intende avviare in quell’immobile. Il promissario venditore potrebbe non essere l’unico legittimato alla vendita. L’immobile potrebbe essere vincolato alla scadenza di un contratto di locazione. Una delibera condominiale potrebbe avere determinato l’impegno futuro dei condòmini a sostenere ingenti spese di ristrutturazione.

Queste e tante altre sono le circostanze che possono influire sulla volontà di acquistare o locare un determinato immobile e, qualora non affrontate preliminarmente, possono vincolare una parte ad effetti indesiderati.

La consulenza di un avvocato, col proprio network di professionalità integrate, tra le quali un notaio e un tecnico, costituisce, pertanto, un passaggio fondamentale in qualsiasi operazione immobiliare che una persona intenda affrontare.

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie Cookie Policy

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi