Articolo29.it ha pubblicato i due decreti del Tribunale di Firenze con i quali è stata ordinata la trascrizione di due provvedimenti – uno pronunciato nel Regno Unito, l’altro negli USA – che ordinavano l’adozione di minori residenti in quegli Stati da parte di due coppie di uomini di cittadinanza italiana, anch’essi residenti negli Stati suddetti.

Nell’articolata guida alla lettura, Angelo Schillaci, Ricercatore – RTDB all’Università di Roma “Sapienza”, sottolinea che i provvedimenti giudiziari suddetti dettano i criteri per comprendere e rendere effettivo il quadro normativo (interno e internazionale) che regola l’omogenitorialità nel nostro ordinamento, con specifico riferimento alla trascrizione dei provvedimenti di adozione pronunciati all’estero, e acclarano che “l’orientamento sessuale non è condizione ostativa all’assunzione di responsabilità genitoriale perché ciò che conta sono le concrete relazioni di affetto e cura“, confermando quanto già emerso nella precedente giurisprudenza in materia di adozione speciale e trascrizione degli atti di nascita stranieri, sul solco di quell’approfondimento del concetto di famiglia attento più ai rapporti e all’assunzione di responsabilità che al legame biologico.

 

Angelo Schillaci, “Una vera e propria famiglia: da Firenze un nuovo passo avanti per il riconoscimento dell’omogenitorialità”

 

Translate »